Sei sintomi del diabete poco conosciuti

La maggior parte delle persone è a conoscenza di quali siano i classici sintomi del diabete: ad esempio l'aumento della sete e della minzione. Per una gran fetta della popolazione, però, altri sintomi che potrebbero essere un campanello d'allarme dellla comparsa del diabete di tipo 2 vengono totalmente trascurati. Qualche esempio? Eccone sei: 

1. Problemi di vista: elevati livelli di glucosio nel sangue possono danneggiare i capillari sanguigni dell'occhio, causando la retinopatia diabetica. Tale patologia è una delle principali cause di perdita della vista. Una diagnosi precoce può fare la differenza

2. Nervi a fior di pelle: formicolio, intorpidimento ai piedi, gambe, mani o braccia possono essere sintomi di diabete non diagnosticato. Alti livelli di glucosio nel sangue possono danneggiare i nervi e i piccoli vasi sanguigni che li irrorano, portando a neuropatie periferiche, con dolori molto forti alle estremità, debolezza e perdita dell'equilibrio

3. Stanchezza: spesso chi non sa di avere il diabete soffre di stanchezza e affaticamento. Ciò è dovuto al cattivo funzionamento dei reni, che non filtrano il sangue come dovrebbero, con inevitabile accumulo di residui, spossatezza generale e l'insorgere di una malattia renale che a volte risulta asintomatica.

4. Dolore al petto: le persone diabetiche hanno un rischio maggiore di avere a che fare con malattie cardiache. Bruciori a livello della bocca dello stomaco, dolori alla spalla, ma anche alla schiena o al collo possono essere sintomi di affaticamento cardiaco, da non sottovalutare e da combattere adottando subito uno stile di vita sano.

5. Disfunzione erettile: alti livelli di glucosio nel sangue possono danneggiare i nervi e i vasi sanguigni che rendono possibile l'erezione maschile. 

6. Problemi di gengive e alito cattivo: alti livelli di glucosio nel sangue possono favorire anche la proliferazione di batteri responsabili della formazione di placca dentaria. Questi possono causare carie, malattie gengivali e alitosi. Una gengivite non curata può trasformarsi in parodontite. Importante in questi casi, oltre alla corretta igiene orale, anche una visita dal dentista per una pulizia profonda. 

 

 

Istituita la cabina di regia sul PND

Il Ministero della salute, su proposta di Diabete Italia, ha istituito una cabina di regia sull'implementazione del Piano Nazionale Diabete affidandola a Diabete Italia stessa.

Questa organizzazione dovrà rispondere alla più generica Cabina di Regia per l'implementazione del Piano Nazionale della cronicità, derivato dal PND ma di cui quest'ultimo è una declinazione specifica.

Si tratta di una ottima iniziativa che potrà finalmente stimolare la messa in pratica del PND che, come molti sanno, è un ottimo documento che trova ancora troppo poca applicazione nelle regioni italiane.

Ripensare Diabete Italia

I prossimi 22 e 23 settembre, il comitato di coordinamento si riunirà per una "clausura" programmatica con lo scopo di definire il piano di azione di Diabete Italia per i prossimi due anni.

Verranno affrontati molti argomenti e definite le priorità di azione per garantire una maggiore efficacia nell'operatività e riuscire a raggiungere obiettivi concreti ed utili a migliorare la quotidianità di tutte le persone con diabete.

Nominato il nuovo comitato di coordinamento

Durante l'ultima seduta dell'uscente comitato di coordinamento sono stati nominati i nuovi componenti del comitato che resteranno in carica per i prossimi due anni.

La composizione è stata rivista a seguito dell'approvazione del nuovo statuto da parte dell'assemblea dei soci che aveva reso necessario definire una  composizione "transitoria" del comitato in attesa delle nuove nomine.

I nomi  degli attuali membri sono visibili qui.