-----

Come fare l’iniezione di insulina

Gaia ha 9 anni: dopo un ‘campo scuola’, ha preso coraggio e ha imparato a fare l’insulina da sola. Alice, che ne ha 16, è ormai una esperta, è in grado di iniettarsi la sua insulina ovunque si trovi: scuola, feste e perfino in un parco acquatico. Enrico, 55 anni, ha ripreso a farci attenzione perché a volte ha avuto il dubbio che qualche ipo o iperglicemia fosse dovuta a errori nella sua tecnica. Dino, a 67 anni, ha tanti problemi di salute, è in dialisi, per dirne una, ma al diabete e alle iniezioni ci sta attento. Mario a 87 anni può vantare di non aver avuto mai né lividi né ‘bozzi’ sulla sua pelle...

Per molte persone con diabete, per molti di noi, l’iniezione di insulina è un appuntamento quotidiano. È l’insulina che permette alle cellule di utilizzare il glucosio presente nel sangue. È l’insulina a segnalare al fegato quando è il caso di produrre e immagazzinare glucosio o rilasciarlo nel sangue. È l’insulina a mantenerci in vita. Quanto al diabete di tipo 2, l’insulina è in molti casi la terapia che meglio permette di raggiungere un controllo ottimale della glicemia ed è dimostrato che un controllo ottimale della glicemia riduce la probabilità di comparsa, ritarda l’insorgenza e rallenta l’evoluzione delle complicanze.

Grazie ai Team diabetologici, che si impegnano sempre meglio nell’educare la persona con diabete (aiutati magari dai Volontari delle Associazioni) e grazie alle Aziende che concorrono fra di loro nel proporre sistemi sempre più pratici, sicuri e affidabili, sicuramente il gesto di iniettare l’insulina è divenuto sempre più semplice e più preciso.

Ma non così semplice e soprattutto non così preciso. Si calcola che oltre un terzo delle volte l’iniezione di insulina non raggiunge il risultato previsto: ne iniettiamo di meno (di rado di più) di quel che dovremmo, oppure a causa di qualche errore l’insulina agisce troppo presto o troppo tardi rispetto a quanto dovrebbe. Molte ipoglicemie e iperglicemie altrimenti inspiegabili sono dovute a disattenzioni o sbagli nella tecnica di iniezione. È utile quindi rivedere il nostro modo o i nostri modi di iniettare l’insulina, partendo dai consigli delle persone che, come noi, si misurano ogni giorno con questa sfida. In questo libretto ci concentriamo sulle iniezioni effettuate con le penne, lasciando da parte le siringhe e i microinfusori.

La collana Detto da noi comprende opere di divulgazione sul diabete scritte a partire da una indagine su decine di persone con diabete che hanno raccontato i loro problemi e le soluzioni che hanno adottato. Questo libretto è stato realizzato grazie al contributo non condizionante di BD.

Logos
Diabete Italia Onlus
c/o Legalitax Studio Legale e Tributario, Via Flaminia, 135 – 00196 Roma - C.F. 97332370580 - P.I. 12150181001
info@diabeteitalia.it - webmaster: www.uela.it
AMD OSDI SIEDP SIMG A.G.D. ITALIA Aniad Diabete Forum