La mobilitazione dei genitori assicura un accordo fra Regione e Scuola - 23 ottobre 2017

Un problema locale che diventa una soluzione per tutti grazie all'intervento delle Associazioni e a una valida azione di pressione sui media. Ecco in sintesi quel che è avvenuto nelle Marche in settembre. All'inizio dell'anno scolastico alcuni istituti della Regione dichiarano di non poter  garantire assistenza ai bambini con diabete durante l'orario scolastico a causa di un mancato rinnovo di una delibera regionale. Un palese sfregio al diritto allo studio garantito dalla Costituzione, delle leggi statali e delle normative regionali (eppure le Marche furono una regione modello ai tempi della applicazione della Legge 115!).

I genitori contattano l'Associazione, precisamente l'Afaid, sodalizio regionale delle famiglie con diabete aderente ad AGDItalia, a sua volta parte di Diabete Italia. Afaid contatta l'Ufficio scolastico regionale senza ottenere però la soluzione del problema. Successive lettere e telefonate nella ASL unica regionale e in Regione non bastano nemmeno appoggiate dal convinto intervento del Centro regionale di diabetologia pediatrica.

Cosa è successo? Un protocollo di intesa temporaneo fra la ASL regionale e l'Ufficio scolastico sulla accoglienza dell'alunno con diabete a scuola è scaduto e si apre così una 'vacatio legis'. Un 'buco' nel quale cadono - con palese discriminazione - diversi bambini e ragazzi (potenzialmente tutti) con diabete marchigiani. Per risolverlo basterebbe un incontro tra funzionari delle due istituzioni.

A quel punto Afaid si rivolge ai media e ottiene tre minuti di filmato al TG Regionale in prime time, nonchè alcuni (non moltissimi) articoli sulla stampa. In pochi giorni Regione Marche e Ufficio scolastico regionale, con la partecipazione ufficiale di Afaid e del Centro pediatrico si incontrano e definiscono le “Linee Guida per la accoglienza/assistenza del minore con diabete a scuola”  che il 2 ottobre divengono documento ufficiale (DRG 1149).

Il documento - che riecheggia le elaborazioni più avanzate e il Protocollo di intesa precedente - assicura l'accoglienza a scuola dei bambini e ragazzi con diabete e questa volta non ha una 'data di scadenza' (i diritti non devono averla mai). È una conquista ottenuta una volta per tutte dalla intelligente mobilitazione di una Associazione!
Resta l'amarezza per l'episodio di discriminazione ai danni di alcuni bambini e ragazzi.

Logos
Diabete Italia Onlus
c/o Legalitax Studio Legale e Tributario, Via Flaminia, 135 – 00196 Roma - C.F. 97332370580 - P.I. 12150181001
info@diabeteitalia.it - webmaster: www.uela.it
AMD OSDI SIEDP SIMG A.G.D. ITALIA Aniad Diabete Forum