Alitalia discòlpati! - febbraio 2015

Decisa lettera di Diabete Italia alla compagnia di bandiera in merito all'episodio di ingiustificata discriminazione ai danni di una persona con diabete.


Il fatto è abbastanza noto: il 2 luglio dello scorso anno una donna con diabete e suo marito arrivano a Fiumicino per imbarcarsi su un volo Alitalia per San Pietroburgo. Ai controlli di sicurezza presentano un certificato medico che sottolinea la necessità per la donna di portare con sé l'insulina e i presidi del caso.

Superati i controlli al check-in la coppia apprende che non può salire a bordo senza ricevere una chiara giustificazione del fatto. Nonostante le proteste la coppia deve rinunciare alla partenza e rimandarla al giorno successivo.
Rientrata a casa, la donna e il marito protestano con il call-center della Compagnia di bandiera e scrivono lettere ad Alitalia e agli organi di stampa chiedendo ragione dell'episodio, ottenendo la solidarietà di Diabete Italia e di altre Associazioni.

Alitalia concede una risposta ufficiale solo il 29 dicembre 2014 affermando che l'imbarco era stato negato a causa della mancata conformità alle procedure aziendali, che l'insulina avrebbe potuto essere trasportata nella stiva e che la donna avrebbe dovuto segnalare la sua condizione all'atto della prenotazione.

La questione è grave in linea di fatto e di principio. Il comportamento di Alitalia pare irrazionale e discriminatorio e non ha eguali nel comportamento di altre compagnie. Diabete Italia ha scritto ieri una lettera molto decisa alla Compagnia di bandiera chiedendo spiegazioni sul metodo e sul merito della discriminazione attuata facendo presente  che ogni giorno migliaia di persone con diabete viaggiano regolarmente con altre compagnie aeree attenendosi evidentemente alle loro procedure e afferma che "a nostro avviso arbitrariamente e senza logico supporto motivazionale (…) il diritto a una vita piena e dignitosa (è stato) pregiudicato da comportamenti irrazionali".

Sarà cura dell'Associazione, termina la missiva, "fare opera di informazione (...) anche per orientare le scelte consapevoli delle persone con diabete che volessero spostarsi in aereo senza sottostare a normative adottate solo da Alitalia e assolutamente irrazionali".

Scarica il testo della lettera di Diabete Italia.

Logos
Diabete Italia Onlus
c/o Legalitax Studio Legale e Tributario, Via Flaminia, 135 – 00196 Roma - C.F. 97332370580 - P.I. 12150181001
info@diabeteitalia.it - webmaster: www.uela.it
AMD OSDI SIEDP SIMG A.G.D. ITALIA Aniad Diabete Forum